Alla vigilia dell’incontro internazionale “The Economy of Francesco”, in programma dal 19 al 21 novembre, è stato diffuso un documento che cerca di rispondere a questa cruciale domanda e ne mostra esempi già realizzati. Tutti sono invitati a incamminarsi verso un’economia nuova, ispirata da San Francesco e dagli insegnamenti del Papa .

In questo documento tra i vari esempi virtuosi di cosa noi possiamo fare per l'economia e per il mondo che ci circonda c'è Sardex

Di seguito un estratto del documento:

" Sardex – Italia – Valute locali Nel 2010 in un villaggio in Sardegna (Italia), cinque giovani che non avevano mai studiato economia lanciarono una valuta locale chiamata “Sardex”, che ebbe successo nel dare impulso all’economia locale. Non avevano soldi da investire, ma ebbero un’idea brillante. Capirono che, nonostante il loro sapere tecnico, molte imprese erano in difficoltà perché non avevano accesso a delle risorse di sovvenzione in grado di permettere loro di iniziare un’attività. Così, questi giovani crearono una piattaforma di credito basata sulla fiducia reciproca dei partecipanti. Le imprese che vi si iscrivono ricevono un conto online e il diritto di chiedere un prestito di un dato numero di Sardex (1 Sardex = 1 euro) senza dover pagare alcun interesse. Il credito ricevuto deve essere speso all’interno della rete, cioè per comprare un prodotto o un servizio da un’altra impresa affiliata alla rete. Possiamo illustrare il suo funzionamento con un esempio. Una compagnia di trasporti chiede in prestito 50 Sardex. Il conducente del camion li spende in un ristorante affiliato alla rete Sardex. A sua volta, il ristorante spende quei 50 Sardex per comprare del cibo o del vino da un produttore affiliato alla rete. Il produttore in seguito acquista dei servizi di consegna dall’impresa di trasporti per un valore di 50 sardex. In questo modo ogni impresa guadagna e spende 50 sardex ed è in grado di svolgere le proprie attività. La rete funziona come intermediario per una vasta gamma di attività. 10 anni dopo il suo inizio, la rete genera già degli scambi del valore di più di 100 milioni di euro all’anno e la cifra continua a crescere! Alcune regole rendono possibile tutto ciò:

• Ci deve essere un equilibrio fra domanda e offerta per poter assicurare che nessuno sia messo da parte. I gestitori della rete devono dunque far sì che la rete cresca secondo i bisogni espressi dai suoi membri.

• Il Sardex può essere speso solo in Sardegna. In questo modo stimola l’economia locale.

• L’etica è necessaria. Le imprese si devono impegnare a rispettare le persone, la comunità e le loro attività devono essere positive (ad esempio, un fabbricante d’armi non può far parte della rete).

• Ognuno deve essere affidabile e fiducioso verso gli altri. "

Francesco

Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *