WhatsApp Image 2019-07-11 at 19.53.26

MaMaria è una bottega gastronomica di mare, con servizio da asporto e self-service sul posto, in grado di assicurare ai propri clienti una riconosciuta varietà di pietanze originali e particolari a base di pesce. Avviata a fine 2018 e situata in un luogo di intenso transito alle porte di Francavilla (CH), la tavola calda deve il suo rapido successo alle dinamiche della società odierna, sempre più alla ricerca di cibo di qualità da portare via. Dai piatti più genuini ai sughi pronti per la pasta del pranzo domenicale, MaMaria è in grado di accontentare anche le più stuzzicanti esigenze, arricchendo le preparazioni con piccole accortezze che fanno la differenza.


«Siamo ancora in fase di avvio - ci rivela la titolare Debora Nerone - ma abbiamo già una nostra clientela fidelizzata. Sin dall'apertura ci siamo affidati alla rete Abrex e ci stiamo accorgendo che sempre più persone entrano a far parte del circuito. Abbiamo avuto l'opportunità di acquistare una varietà di beni e servizi molto utili, risparmiando così euro durante la fase di avvio: dai materiali di allestimento alle divise personalizzate per lo staff, fino ad arrivare ai biglietti da visita, alla pubblicità su internet e sui social, al packaging e alla carta».


Originaria di Ortona, Debora è affiancata in questa avventura dal suo compagno di vita Davide Bellicano, chef con un'esperienza ventennale nel campo della ristorazione. «Io lavoravo con i bambini prima - ricorda Debora - ero un'educatrice, mentre il mio compagno gestiva un ristorante a Ortona. Per venire incontro anche alle esigenze familiari, avendo due figli, abbiamo optato per questa tipologia di attività che, pur rimanendo nell'ambito della ristorazione, permette di avere degli orari più flessibili».


Grazie ad Abrex, Debora è riuscita anche a soddisfare il desiderio della sua bimba per la festa di compleanno. «Una volta che entri dentro al meccanismo Abrex - continua Debora - capisci che è veramente fantastico, noi ci troviamo molto bene. Nostra figlia ha compiuto da poco 6 anni e voleva festeggiare con i gonfiabili. Ho subito riscontrato che una ludoteca di Ortona aveva appena aderito al circuito, in più il buffet l'ho concordato con un altro iscritto, e quindi ho potuto organizzare la festa di mia figlia interamente in crediti Abrex».


Il volume delle transazioni eseguite, unitamente alle promozioni iniziali di menu a prezzo fisso pubblicate sulla pagina facebook, ha consentito alla ditta MaMaria di ricevere una buona risposta anche a livello di mercato aggiuntivo, riscontrando immediatamente un ampliamento della clientela, con persone che prima hanno imparato a conoscere le prelibatezze della bottega gastronomica e poi sono diventate consumatori fissi, coinvolgendo anche gli amici. Così sono stati recuperati gran parte degli investimenti fatti all'avvio.


Non solo transazioni però, Debora ha scoperto infatti che la rete Abrex è utile anche per le collaborazioni fra associati: «Abbiamo avviato una partnership con un altro iscritto - conclude la titolare - una pizzeria che opera vicino a noi. Ci ha chiesto, soprattutto nel weekend, di agevolarlo fornendo delle basi pronte da mettere sulle proprie pizze di pesce, in modo da evitare di comprare e lavorare in prima persona la materia prima». Anche la collaborazione tra aziende è un principio chiave di #vivereabrex.

Intervista e testo a cura di Roberto Di Gennaro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *