Sono passati ormai quasi 4 anni da quando, con alcuni amici, abbiamo deciso di dare vita a questo progetto e due anni da quando il progetto ha avuto un motore e si è messo in moto macinando tanti kilometri da est a ovest e da nord a sud della nostra regione.

Oggi è tempo di bilanci, ma soprattutto è tempo di fissare nuovi obiettivi per dare continuità al nostro lavoro e diventare, sempre di più, una SOLUZIONE, non più solo per le imprese, aziende e professionisti, ma anche per il terzo settore, cultura, sport e lavoratori dipendenti.

Al termine di questo anno, le più di 400 aziende aderenti al circuito, insieme con quasi 100 iscritti (tra associazioni e dipendenti), hanno superato raggiunto quasi 5 milioni di euro di fatturato che, senza il circuito, non si sarebbero mossi, merce che non sarebbe stata venduta e servizi che non sarebbero stati acquistati, ma soprattutto clienti che le imprese non avrebbero mai avuto e investimenti che avrebbero fatto fatica a realizzare.

Nei 12 circuiti italiani il fatturato generato è stato di circa 100.000 milioni di euro!

Una vera e propria economia della fiducia che si basa su radici profonde e fondamenta solide, e che può guardare al futuro con ottimismo.

Per il 2018 ci siamo posti una serie di obiettivi ambiziosi: offrire ai dipendenti delle imprese abruzzesi di accedere al credito senza costi e senza interessi, sostenere il terzo settore, coinvolgere le amministrazioni pubbliche e allargare il mercato agli altri 12 circuiti presenti in Italia, offrendo alle imprese iscritte al circuito Abrex la possibilità di valutare acquisti presso fornitori di fuori regioni e poter acceder ad un mercato aggiuntivo di (ad oggi) circa 10.000 imprese.

Infine sarà l’anno del coinvolgimento dei consumatori che potranno iscriversi al circuito Abrex e beneficiare di questo straordinario mercato aggiuntivo, resiliente e in grado di far tornare il sorriso sui volti delle imprese in Abruzzo . . . e non solo.

Quindi benvenuti a bordo a tutti quegli imprenditori, imprese e professionisti che vorranno cogliere questa opportunità, a tutti quei coraggiosi innovatori che non cercano una soluzione negli strumenti che hanno generato questa crisi, ma che investono in strumenti unici e risolutivi, benvenuti a bordo a chi non si lamenta, ma cerca soluzioni!

ad maiora

Abruzzo, 29 dicembre 2017

Angelo D’Ottavio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *