all’Assessore regionale all’Agricoltura – Dino Pepe

Gentilissimo Assessore,
con grande piacere abbiamo letto la sua lettera aperta a ristoratori, albergatori e operatori abruzzesi nella quale invita a utilizzare i prodotti locali, considerati sicuri e certificati e la condividiamo in ogni passaggio.
Siamo stati da lei due mesi fa per presentarle il nostro circuito, così come abbiamo fatto con altri componenti la Giunta regionale e con il Presidente, e ci permettiamo di aggiungere un tema di riflessione alla sua nota: la situazione finanziaria che vivono tutte le imprese in Abruzzo (e non solo) e che impatta negativamente proprio sul settore della ristorazione.
Lei, in modo molto corretto, scrive: “dietro ogni prodotto tipico, si intersecano ‘storia’ di culture e ‘storie’ di vita e di lavoro” e sottolinea il fatto che: “le nostre produzioni offrono la massima garanzia della qualita’, della stagionalita’ e soprattutto del forte legame che lega le eccellenze agroalimentari abruzzesi al territorio di origine”
Su questi due aspetti ci permettiamo di fare un approfondimento, contestualizzandole al momento di difficoltà che tutto il sistema economico locale sta vivendo.
A fronte di una latente domanda di ristorazione di qualità e di una offerta con quei requisiti, arricchita dalla qualità delle produzioni locali, ci troviamo quotidianamente a dover combattere con la guerra del prezzo e con l’invasione di produzioni di bassissima qualità provenienze lontane e di difficile identificazione.
Il nostro circuito, in soli 18 mesi, ha permesso a centinaia di operatori della filiera della produzione tipica locale, di affrontare questa sfida grazie ad un sistema mutualistico di sostegno finanziario che non genera interessi passivi, stimola i consumi e permette l’accesso al credito senza costi, senza interessi e senza le rigidissime regole europee.
Nei nostri primi mesi di vita abbiamo finanziato acquisiti e investimenti, senza costi e senza interessi a circa 350 imprese abruzzesi per un valore di circa 3 milioni di euro.
Le imprese iscritte al nostro circuito, oltre a quelle che si iscriveranno, racchiudono le caratteristiche che lei, nelle conclusioni della sua lettera, ha riportato: “valore etico e solidarietà attiva che si alimenta con gesti concreti per conservare quello che mi piace definire ‘il battito della magia abruzzese’ che mantiene in vita una società’, un’economia e un modello che mette ancora al centro la qualità’ della vita”.
La ringraziamo per lo stimolo e torniamo a metterci a disposizione del suo Assessorato per poter realizzare azioni puntuali e concrete di sostegno alla filiera delle produzioni tipiche locale, anche attraverso l’erogazione di linee di credito che stimolino i consumi a vantaggio dell’economia locale.
Grazie per lo stimolo e buon lavoro

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *