Abrex Srl. Il Cicuorercuito di Credito Commerciale Abruzzese, in collaborazione con FIRA Spa, hanno mostrato i dati di un anno di attività di Abrex.

Il Circuito di credito commerciale Abrex, nato dalla volontà di 16 imprenditori abruzzesi,  permette alle imprese iscritte di effettuare acquisti anche in assenza di liquidità, mettendo a disposizione delle stesse una unità di conto sulla quale transitano le posizioni di debito (acquisti) e le posizione di credito (vendite) senza generare né alcun tipo di costo e a interessi ZERO.

Oggi il circuito che è in continua crescita, conta più 200 imprese: “ Alla fine del 2016 dopo poco più di un anno di attività, il circuito ha generato 1.8 milioni di euro di acquisti e vendite senza dover ricorrere al debito bancario “ afferma il Presidente di Abrex Srl Angelo D’Ottavio “ oltre a questi dati generali”, prosegue il Presidente D’Ottavio, “ delle  oltre 200 imprese che vendono e acquistano bene giornalmente attraverso il Circuito, 95 imprese iscritte hanno ottenuto più di 800.000,00€ di finanziamento senza interessi, (senza dover sottostare ai rigidi parametri di Basilea) e senza rivolgersi a Istituti di Credito, mentre le più di 200 imprese iscritte hanno generato 1.748224,00€ di acquisti e vendite di beni e servizi che si sono aggiunti ai loro relativi fatturati storici.

L’obiettivo del Circuito, come è stato ribadito durante la presentazione dei risultati del primo anno di attività di Abrex, è quello di permettere alle aziende abruzzesi di migliorare le proprie performance d’affari, ottimizzare entrate e uscite  e ridurre al contempo la propria esposizione bancaria.

“Abrex è un concetto diverso  di pagamento innovativo e al passo con i tempi” ha affermato il Presidente di FIRA Dott.re Alessandro Filizzi “ Un  impatto innovativo a 360°,  su tutti i settori, perché Abrex  facilita lo scambio, agevola a il superamento di affidamento  credito e il superamento della crisi da conte economico e  può di certo contribuire alla creazione di  nuova occupazione. “  Conclude il Presidente di FIRA “Noi come  FIRA, abbiamo creduto nel progetto,  ci abbiamo investito e dobbiamo custodirlo, dando anche la possibilità alle varie nostre START UP di essere parte attiva del circuito”


Le previsioni per il 2017 , stando alle dichiarazione del Presidente Angelo D’Ottavio, sono molto interessanti perché stimano una crescita del 300% di iscritti e di dati di acquisto e vendite tra le imprese che hanno aderito e aderiranno al circuito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *