In Abruzzo la FIRA sostiene le imprese e il terzo settore attraverso il Fondo regionale StartUp StartHope.FiraPermettere alle PMI l’accesso al credito con facilità e senza interessi e, di contro, garantire l’aumento delle vendite e del fatturato, è su questo progetto che ha investito la Finanziaria regionale d’Abruzzo.
A seguito di una attenta valutazione, FIRA SpA ha deciso di investire nel Circuito di Credito Commerciale Abrex e sostenere il progetto imprenditoriale lanciato da alcuni imprenditori locali, soci fondatori dell’innovativo strumento di sostegno all’economia locale che permette alle PMI abruzzesi di poter ricorrere al credito senza costi di interessi passivi e, di contro, trovare nuovi clienti e aumentare il fatturato.
Si è concretizzato oggi, attraverso l’aumento di capitale sociale, al quale ha partecipato con FIRA SpA anche Sardex SpA, il percorso che ha portato la StartUp innovativa Abrex srl, a capitalizzarsi per un importo superiore ai 300.000,00€.
L’Amministratore delegato di Abrex srl, l’Ing. Luciano Fiore, tra i fondatori del progetto esprime entusiasmo per il traguardo: “per noi è un punto di partenza, oggi la nostra StartUp è ancora più forte e solida, grazie alla fiducia dei nuovi soci che, con noi, vogliono lanciare una scialuppa di salvataggio alle PMI abruzzesi, offrendo loro uno strumento finanziario rivoluzionario”.
Infatti il Circuito di Credito commerciale Abrex è uno strumento finanziario al servizio dell’economia reale e locale, nato in Sardegna con Sardex e mutuato in Abruzzo da Abrex srl, come in altre 11 regioni d’Italia.
Prosegue l’Amministratore: “l’accordo con FIRA SpA e Sardex SpA ci permetterà di accelerare il processo di crescita del circuito e mettere a disposizione delle imprese abruzzesi linee di credito senza interessi”.
La settimana scorsa Il Sole 24 Ore è tornato a scrivere dei Circuiti di Credito Commerciali e di come il modello stia crescendo in tutta Italia, Abruzzo compreso, facendo eco ad altre riviste nazionali e internazionali, senza dimenticare che anche il FINANCIAL TIME si è occupato della startup sarda, citando, tra le altre, anche l’esperienza abruzzese.
I 16 soci che, con FIRA, hanno creduto e investito in Abrex srl sono: Franco D’Eusanio (meglio conosciuto come il Vinosopho), Angelo D’Ottavio e Sara Cicchelli, i commercialisti Adri Cesaroni e Simone Scafetta, Gianni Mariotti e Michele Perrozzi, la SELMES srl di Pino Farchione, l’Associazione di imprese Abruzzo4MED, FA.RE. sas, il Consorzio AbruzzoItaly e il dott. Gianfranco Ridolfi.
Interviene il Presidente della FIRA, dott. Alessandro Felizzi: “Siamo costantemente impegnati con attenzione a sostenere le iniziative innovative che valorizzano il nostro territorio. Abbiamo implementato una azione di qualità costante per il sostegno all’innovazione. Quanto accaduto questa mattina rappresenta una conferma“.
Conclude il Presidente del CdA, Angelo D’Ottavio: “da domani, grazie alla collaborazione con il socio istituzionale FIRA, saremo in grado di potenziare la nostra presenza sul territorio e dare maggiore supporto al sistema produttivo regionale.
Stiamo ricevendo molte richieste di collaborazione da organizzazioni di imprese lungimiranti e a tutte rispondiamo favorevolmente con entusiasmo, il nostro compito è permettere alle imprese profit e a quelle no-profit, di riconquistare mercato grazie alla loro capacità produttiva, siamo uno strumento complementare a quelli esistenti, ma a differenza degli altri il nostro valore aggiunto è nella capacità di permettere alle imprese di crescere senza doversi indebitare con gli istituti di credito e senza dover pagare interessi passivi”.
Il motto di Abrex è “cio che hai per ciò che ti serve” e in Abruzzo, nel primo anno di attività, le imprese iscritte hanno effettuato acquisti e vendite per circa 1,4 milioni di euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *