home-03-1500x630In Abruzzo esiste una comunità di imprese che, iscritte ad un circuito commerciale, effettuano acquisti, anche senza disporre della liquidità necessaria.
Sono più di 100 le imprese iscritte al Circuito di Credito Commerciale Abrex che, da pochi mesi, effettuano acquisti e vendite utilizzando i crediti che la loro capacità produttiva genera.
Il circuito di fonda sull’istituto della permuta, le imprese si iscrivono al circuito e all’interno trovano altre aziende che hanno bisogno dei prodotti disponibili, ogni vendita genera crediti che possono essere utilizzati per effettuare acquisti, sempre all’interno del circuito.
Abrex nasce dall’intuizione di una serie di imprenditori e aziende che, dopo aver seguito il circuito Sardex, nato in Sardegna 5 anni fa e che oggi conta più di 3.000 imprese iscritte e che, solo nel 2014 si sono scambiate più di 30 milioni di euro in beni e servizi, hanno avviato il circuito gemello in Abruzzo.
Il circuito Abrex offre un duplice vantaggio: per le imprese, in un momento di scarsa liquidità, la possibilità di effettuare acquisti anche senza disporre della liquidità necessaria, per il territorio rafforzare l’economia locale grazie al principio mutualistico utilizzato.
I crediti sono denominati Abrex e un Abrex, per convenzione, equivale a un euro.
I fondatori del circuito abruzzese sono convinti che, il senso di comunità e di fiducia reciproca, che caratterizza la nostra regione, viene prima del rapporto economico e contribuirà alla crescita del circuito e delle imprese aderenti.
Il circuito sarà presentato al porto turistico di Pescara, in occasione del FORUMED2015 e, nella mattinata di giovedi 11 sarà presente anche l’AD di Sardex, Roberto Spano, che relazionerà in un workshop sull’internazionalizzazione.
Info sul sito: www.circuitoabrex.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *