Sardex e Piemex, (il Circuito di Credito Commerciale Piemontese, già partner di Sardex), sono fra i vincitori del “PREMIO CAPITANI DELL’ANNO Europa 2014″, evento che premia le imprese più coraggiose, più attente alle nuove possibilità offerte dal mercato e meglio orientate ai mercati internazionali

revisa_logo_profilo

La manifestazione è stata realizzata con il patrocinio delle più importanti Istituzioni del territorio ed ha visto coinvolte imprese storiche, ma anche aziende giovani che sicuramente hanno dimostrato, visti i tempi, un coraggio imprenditoriale davvero encomiabile.

La premiazione si è tenuta presso la Sala delle Conferenze Spazio Europa’ dell’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo in Italia.

Perché un Premio dedicato ai Capitani?
“Il nostro Gruppo – spiega Maurizio Godoli, presidente di Baker Tilly Revisa – ha voluto dare un contributo attivo a una rinascita italiana anche in termini di conoscenze economiche. Ogni giorno viviamo gioie e preoccupazioni delle grandi e medie aziende del nostro Paese, abbiamo sentito il dovere di lanciare un segnale forte e chiaro a imprenditori e società civile perché si approfondiscano temi di strettissima attualità economica”.
Se per molti, infatti, la crisi è ormai finita e il peggio è passato, per altri siamo solo alla fine della discesa. Ben altra cosa, sembrano così voler dire gli imprenditori, è la risalita. Serviranno, oggi più che mai, obiettività e coraggio. Sono proprio gli imprenditori italiani a pensarla in questo modo.

Aziende storiche e startup, la grande industria e le eccellenze dell’artigianato, vere e proprie corazzate e piccole, ma agili, lance: questa la flotta dell’imprenditoria italiana che si prepara a rilanciare la nostra economia.
Tutti i “Capitani” sul ponte di comando a tracciare la rotta verso la ripresa. Individuare le aziende, i territori e le eccellenze in grado di rimettere in carreggiata il Paese, quelle realtà imprenditoriali che da sole si sono sobbarcate il peso di una delle crisi più nere dal dopoguerra in poi, e valorizzarne il lavoro.

Capire da dove ripartire e, soprattutto, in quale direzione andare.
Queste le finalità che hanno mosso e caratterizzato le precedenti 15 edizioni del Premio Capitani dell’Anno ed anche quest’anno si è voluto continuare ad incoraggiare il lavoro prezioso di quegli uomini e di quelle donne che hanno rifiutato l’idea di “lasciarsi vivere dalla crisi” e che hanno anteposto il bene dell’Azienda al proprio interesse.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *