sole

Di Dario Acquaro

(…) Un caso differente è quello di Sardex, network nato nel 2009 e operativo da gennaio 2010. Che non fa barter in senso ufficiale. «Certo ci siamo ispirati all’esperienza di Wir e il metodo è sempre lo stesso, quello di lavorare come camera di compensazione – spiega il responsabile della comunicazione, Carlo Mancosu – ma dire che facciamo baratto è riduttivo, e poi: sai che novità!». I quattro fondatori sono partiti osservando quel che nel 2006 avveniva negli Usa, oltre che il tessuto micro-imprenditoriale sardo «dove è eufemistico dire che non si faccia rete». L’iscrizione al circuito prevede sì una quota, ma il modello di Sardex differisce dai circuiti di barter «perché non abbiamo provvigioni sulle transazioni. Seguendo uno studio legato all’esperienza nell’Iowa, le abbiamo eliminate e ottenuto grandi risultati: erano una barriera all’ingresso». I volumi di adesione sono in grande crescita: 500 aziende registrate, e circa 300 in attesa. Nel 2010 sono stati scambiati 350 mila crediti (anche il Sardex, per comodità e facilità equivale a un euro), 1,2 milioni nel 2011 (+370%), e in questi primi mesi del 2012 si è già arrivati alla metà di quelli dell’anno scorso.
Sardex (che ha sedi a Cagliari e a Serramanna) ha ambito prettamente locale, e punta a favorire lo sviluppo delle imprese sarde. Al B2B si sta però affiancando il B2C, la cui gestazione è in fase avanzata. «Oggi – prosegue Mancosu – c’è una parte di business rivolto ai consumatori, perché sia titolari che dipendenti delle aziende ricevono pagamenti in Sardex. I vantaggi sono evidenti: si evita di gravare sulle finanze dell’aziende e si limitano i licenziamenti. A breve ci sarà un’apertura ufficiale ai consumatori: a maggio è previsto il lancio, a giugno la sperimentazione a Cagliari città, e poi a settembre si partirà definitivamente».
Con il supporto di Sardex, in Sicilia a giugno decollerà Sicanex, con un tour di presentazione che anticiperà il via definitivo al nuovo circuito «Ci sono arrivate diverse richieste, ma la prima replicabilità di Sardex l’abbiamo avviata con i siciliani».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *